Parco Letterario Leonardo Sciascia



Il mondo minerario con le sue zolfatare e quello contadino, fatto di masserie e borghi nel cuore di una terra arida e assolata. La Sicilia della mafia,
dei problemi della giustizia e dell'impegno civile. Questi aspetti della cultura dell'isola rivivono nel Parco intitolato a Leonardo Sciascia (1921-1989),
indimenticato autore de "Il giorno della civetta" e "A ciascuno il suo". Simbolo e ideale crocevia del Parco č Regalpetra, il paese "immaginario" che fa
da scenario agli avvenimenti de "Le parrocchie di Regalpetra" , opera del 1956 che contiene tutti i temi cari all'autore. Il Parco Letterario č suddivisibile
in vari itinerari a cominciare da Racalmuto, il paese natale di Sciascia, dove sono visibili i suoi luoghi d'origine, per poi proseguire a Caltanissetta,
dove trascorse la sua giovinezza e visse esperienze fondamentali per la formazione letteraria e civile. Qui in particolare l'atmosfera č dominata dalle
zolfatare, tema caro a Sciascia come dimostra il suo racconto "La paga del sabato", incentrato sullo sfruttamento dei minatori da parte di un'industria
ormai in declino. Altri itinerari riguardano le feste popolari e religiose che si svolgono durante l'anno nei comuni limitrofi alla cittā natale dell'autore
e i percorsi fatti in treno quando era bambino. Luoghi magici per fare un viaggio nella memoria alla scoperta del fascino tipico di queste terre siciliane
che tanto influirono sull'anima dell'uomo siciliano Sciascia.

Indice Agrigento Indice viaggi HOME PAGE